a

Top

Accettazione di eredità: atto giuridico con il quale l’erede dichiara, in un atto pubblico o con una scrittura privata, di accettare l’eredità. Il diritto di accettare l’eredità si perde per prescrizione del termine trascorsi 10 anni dalla data del decesso, per decadenza dal termine fissato dall’Autorità Giudiziaria.

Albero genealogico: rappresentazione grafica utilizzata nella genealogia per ricostruire e accertare i rapporti di parentela tra il defunto e i suoi famigliari.

Adozione: istituto giuridico grazie al quale viene assicurato a un minore il diritto di vivere in modo decoroso in una famiglia diversa da quella di origine o biologica.

Adulterino figlio: nella versione originale del Codice Civile, chi nasceva non in costanza di matrimonio. Con la riforma del diritto di famiglia del 1975 il figlio nato non nell’ambito di un matrimonio è definito "figlio naturale".

Affiliazione: istituto abrogato che aveva lo scopo di dare ai minori privi di genitori o da essi abbandonati, l'assistenza sanitaria. La legge n. 184 del 4 maggio 1983 ha sostituito l’affiliazione con l’adozione, che assicura maggiore tutela all’adottato.

Affini: è il vincolo tra un coniuge e i parenti dell’altro coniuge. E’ utile evidenziare che questo vincolo non interessa la successione, alla quale gli affini sono sempre estranei.

Alienazione: atto giuridico mediante il quale un soggetto (alienante), disponendo di un diritto o di un bene, lo attribuisce ad altri (acquirente), pagando un corrispettivo (tramite compravendita) o a titolo gratuito (tramite donazione).

Ascendenti: sono i soggetti da cui si discende (ad esempio nonno/a), rilevanti nel diritto, soprattutto in materia di successione.

Asse ereditario: (o massa ereditaria) l’insieme dei rapporti attivi e passivi di natura patrimoniale, che costituiscono la materia della successione.

Assicurazione sulla vita: il contratto con il quale l’assicuratore, in contropartita al pagamento di un contributo (detto premio), si obbliga a pagare un capitale o una rendita al verificarsi di un evento attinente alla vita umana. Nel caso di decesso dell’assicurato, il beneficiario avrà diritto a ricevere la prestazione pattuita.

Atto Notorio: dichiarazione fatta dinanzi a un pubblico ufficiale (cancelliere, notaio) volta ad attestare sotto giuramento l’avvenuta morte del parente e a dichiarare chi sono gli eredi legittimi.

Atto di Stato Civile: copia integrale, estratto o certificato attestante l’evento di Stato Civile di un individuo e che può riguardare la nascita, il matrimonio e la morte dello stesso.

Azioni: titolo rappresentativo di una quota di una società.


b

Top

Beneficiario:persona fisica cui spetta ricevere una prestazione.

Beneficio d’inventario:strumento giuridico posto dalla legge a disposizione dell’erede per consentirgli di non rispondere dei debiti ereditari col proprio patrimonio, ma soltanto limitatamente al patrimonio già appartenente al de cuius.

Beni immobili:sono in genere tutto ciò che naturalmente o artificialmente, anche provvisoriamente, è incorporato al suolo come fabbricati, terreni, appartamenti, capannoni industriali ecc.

Beni mobili:secondo una definizione residuale, tutti quei beni che non possono essere annoverati tra i beni immobili.

BTP/BOT/CCT:(vedi titoli di Stato).


c

Top

Cancellazione ipoteca:attività con la quale la Conservatoria dei RR.II. procede all’eliminazione di un’iscrizione ipotecaria e dei relativi effetti dai registri immobiliari. Viene di norma ordinata con atto notarile o con provvedimento dell’Autorità Giudiziaria al direttore dell’Ufficio del Territorio.

Canone di locazione di bene immobile:corrispettivo in denaro, in genere periodico, per godere di un bene immobile, escluso le spese accessorie (condominio, riscaldamento, ecc).

Caparra:somma di denaro che una parte consegna all’altra come anticipo a garanzia dell’adempimento di un contratto preliminare di vendita di un bene immobile.

Cassetta di sicurezza:servizio offerto dagli istituti bancari, sotto la propria responsabilità, per la custodia di valori e/o oggetti preziosi del cliente.

Catasto:ufficio dove sono censiti sia l’aspetto geometrico o topografico degli immobili e dei terreni, sia quello tecnico-economico.

Certificato catastale:documento rilasciato dall’Ufficio del Catasto da cui risultano gli estremi identificativi di un immobile, la classificazione di fabbricati o terreni rispetto alla rendita catastale e l’indicazione del proprietario.

Comunione dei beni:il regime patrimoniale legale adottato dai coniugi se non diversamente stabilito dagli stessi (vedi convenzione matrimoniale). La comunione comporta la costituzione di un patrimonio comune tra i due coniugi che, solidalmente, ne godono dei frutti e partecipano alle spese.

Conservatoria Immobiliare:ufficio dell’Agenzia del Territorio presso il quale si effettuano le trascrizioni dei diritti di proprietà immobiliari, le iscrizioni delle ipoteche e la registrazione di altri atti (per esempio i contratti di locazione degli immobili).

Chiamato all’eredità (vedi anche successibile):colui che potenzialmente ha i requisiti per esercitare il diritto successorio derivante dal rapporto di parentela col defunto e che per potere acquisire lo status di erede deve procedere all’accettazione dell’eredità.

Coniuge:ciascuna delle due persone unite dal matrimonio.

Convenzione matrimoniale:accordo stipulato tra i coniugi che stabiliscono un regime patrimoniale diverso da quello della comunione legale, adottando il regime della separazione dei beni o quello della comunione convenzionale.

Curatore:professionista nominato dal Tribunale che, dopo apposito giuramento, amministra l’eredità per la quale non è intervenuta accettazione da parte dei chiamati. Le funzioni del curatore cessano con l’accettazione dell’eredità dei chiamati.


d

Top

Data valuta:giorno in cui vengono resi disponibili i fondi (ad esempio bonifico bancario) sul conto corrente del destinatario.

De cuius:abbreviazione della locuzione latina “is de cuius hereditate agitur” che letteralmente significa “colui della cui eredità si tratta” (persona defunta).

Deposito bancario:somma di denaro che una persona fisica o giuridica detiene presso una banca. In base al contratto di deposito bancario disciplinato dagli art 1834 c.c. e seguenti, la banca acquista la proprietà della somma ed è obbligata a restituirla nella stessa specie monetaria alla scadenza del termine convenuto ovvero a richiesta del depositante o dell’erede in caso di morte.

Deposito postale:la somma di denaro che una persona fisica o giuridica detiene presso le poste italiane, questa ne acquista la proprietà ed è obbligata a restituirla alla persona o ai suoi eredi in caso di morte.

Dichiarazione dei Redditi:atto pubblico con il quale una persona fisica o giuridica comunica al Fisco l’ammontare dei propri redditi relativamente ad un anno solare, al fine di pagare le imposte relative.

Dichiarazione di Successione:atto di natura fiscale con il quale si denunzia al Fisco il patrimonio del defunto.

Domicilio fiscale:luogo in cui il cittadino-contribuente ha scelto di pagare le tasse; da non confondere con il domicilio, si può infatti avere un domicilio fiscale diverso dal Comune di domicilio o residenza.

Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà:dichiarazione fatta dinanzi al Sindaco di un Comune o suo incaricato, volta ad attestare sotto giuramento l’avvenuta morte del parente e a dichiarare chi sono gli eredi legittimi.

Donazione:attribuzione patrimoniale fatta a terzi a titolo di liberalità (ovvero senza ricevere un corrispettivo).


e

Top

Erede:colui che è chiamato a raccogliere tutto o parte del patrimonio ereditario in ragione del suo legame e grado di parentela con il defunto.

Eredità giacente:procedura giudiziaria nella quale il Tribunale adito competente nomina un amministratore per gestire il patrimonio di una persona defunta.


f

Top

Figli legittimi:figli concepiti e nati in costanza di matrimonio tra due persone, marito e moglie, legalmente, efficacemente e validamente unite da vincolo del matrimonio.

Figli naturali:figli procreati da genitori non uniti tra loro da vincolo matrimoniale

Filiazione legittima:vincolo familiare in costanza di matrimonio.

Filiazione naturale:vincolo familiare tra persone non unite tra loro da vincolo matrimoniale.

Fratelli consanguinei:fratelli che condividono solo il padre.

Fratelli germani:fratelli che condividono entrambi i genitori.

Fratelli uterini:i fratelli che condividono solo la madre.


g

Top

Genealogia:disciplina che si occupa di ricostruire i legami di parentela tra diversi soggetti, nonché i discendenti e gli ascendenti in modo documentale. La rappresentazione grafica di tali ricostruzioni è l’albero genealogico, che, partendo da un capostipite comune, evidenzia le diverse generazioni.

Genealogista successorio:colui che svolge un’attività volta a identificare o a ritrovare gli eredi, talvolta in diversi paesi o continenti, avvalendosi di tutte le fonti informative disponibili, archivi di stato civile o parrocchiali.

Gradi di parentela:rapporto giuridico che intercorre fra persone che discendono da uno stesso stipite e quindi legate da un vincolo di consanguineità.


i

Top

ICI:tributo statale che grava sui fabbricati e sui terreni agricoli ed edificabili della Repubblica Italiana.

Imposta catastale:imposta che si applica, per esempio nel caso di compravendita di un immobile, per la quale occorre cambiare il nome del proprietario.

Imposta Ipotecaria:imposta indiretta che va applicata alle trascrizioni, iscrizioni, cancellazioni, annotazioni e rinnovazione riportate nei pubblici registri della Conservatoria dei RR.II. Attraverso tali informazioni, è possibile ricostruire la “storia” di un immobile.

Imposta di successione:imposta che grava sul trasferimento di beni e/o diritti derivanti dalla morte del titolare degli stessi, anche se dovessero trovarsi all’estero. Gli eredi e legatari sono tenuti al pagamento di tale imposta.

Impugnazione del testamento:chiunque ne abbia un interesse diretto, può contestare un testamento, iniziando presso il Tribunale competente, un giudizio che citi tutti gli eredi e i legatari, per nullità (se è contrario alla legge o presenta vizi di forma) o per annullabilità (se il testatore era incapace di intendere e di volere).

Incapace:sono incapaci quei soggetti che non possiedono i requisiti per la capacità di agire e, non potendo gestire i propri interessi, necessitano di un soggetto terzo che li tuteli.

Interdizione:situazione che determina un’incapacità legale a compiere atti giuridici. L’interdizione viene dichiarata con sentenza, nella quale è anche indicato il tutore che dovrà provvedere agli interessi dell’interdetto.

Inventario:atto pubblico redatto da un pubblico ufficiale (cancelliere o notaio) nel quale vengono indicate tutte le attività e le passività costituenti l’asse ereditario della persona defunta; esso può essere richiesto dal curatore, nell’esercizio della sua funzione o dall’accettante con il beneficio d’inventario.

Ipoteca:diritto reale costituito su un bene a garanzia di un credito assunto dal proprietario del bene stesso.


l

Top

Legatario:beneficiario di una disposizione testamentaria che riceve, per testamento appunto, una cosa singola e ben determinata facente parte del patrimonio (un immobile piuttosto che la collezione di libri antichi).

Legato:il bene particolare indicato dal de cuius e assegnato al legatario. Mentre l’eredità è quindi a titolo “universale”, il legato è a titolo “particolare”.

Legittima:la parte del patrimonio che, in mancanza di testamento o in caso di testamento nullo, spetta ai parenti più prossimi del defunto, secondo un preciso ordine di preferenza determinato dal grado di parentela.

Legittimazione:istituto per mezzo del quale i figli naturali acquistano lo status di figli legittimi; può avvenire per susseguente matrimonio o per provvedimento del giudice.

Linea materna:insieme della parentela stabilita dal lato della madre del defunto.

Linea paterna:insieme della parentela stabilita dal lato del padre del defunto.

Liquidazione dei beni:procedura con la quale vengono consegnati i beni facenti parte dell’asse ereditario agli aventi diritto, a seguito dell’accettazione di questi ultimi dell’eredità.


m

Top

Massa ereditaria:(vedi asse ereditario).

Maternità:chi discende dalla madre.


n

Top

Nullità del testamento:invalidità del testamento perchè contrario alla legge o presenta vizi di forma.


o

Top

Obbligazione:titolo di debito emesso da società o ente pubblico che garantisce al possessore il rimborso del capitale più un interesse.

Olografo, testamento:il testamento scritto, datato e sottoscritto a mani dal testatore.


p

Top

Parenti in linea retta:persone che discendono l’una dall’altra (ad esempio padre e figlio) e più specificamente gli ascendenti e i discendenti legati tra di loro a un solo grado di differenza con riferimento a ciascuna generazione.

Parenti in linea collaterale:persone che non discendono l’una dall’altra, pur avendo un ascendente comune (ad esempio due fratelli tra loro).

Parenti naturali:persone che discendono dalla famiglia naturale, cioè da persone non unite tra loro dal vincolo del matrimonio e alle quali non viene riconosciuta rilevanza giuridica pari ai parenti legittimi.

Paternità:chi discende dal padre.

Patrimonio:insieme dei beni, mobili e immobili, costituenti l’asse ereditario.

Petizione di eredità:azione giudiziaria riconosciuta solo all’erede per ottenere la restituzione di beni ereditari in possesso di altri eredi o di chi non ne ha titolo alcuno.

Procura:atto giuridico con il quale un soggetto attribuisce a un altro soggetto potere legale di rappresentanza. Può essere generale o speciale.

Procuratore:colui che in virtù di procura rappresenta legalmente un soggetto.

Provvedimento del giudice:atto con il quale un giudice decide su determinate questioni o istanze nell’ambito di un procedimento; può essere emesso sotto forma di sentenza, ordinanza o decreto.

Pubblicazione del testamento:atto con il quale un notaio porta a conoscenza del contenuto di un testamento i chiamati alla successione nonché eventuali creditori ereditari, anche al fine di renderne possibile l’esecuzione.


r

Top

Rappresentazione (diritto):istituto di diritto successorio in base al quale i discendenti legittimi o naturali subentrano nel grado del loro ascendente, in tutti i casi in cui questo ultimo non voglia (per rinuncia) o non possa (ad es. per premorienza o per indegnità) accettare l’eredità o il legato.

Revoca:atto con il quale il chiamato all’eredità che ha rinunciato al diritto di accettare, lo esercita successivamente, purchè non sia intervenuta l’accettazione di altri chiamati all’eredità.

Riconoscimento:dichiarazione di una persona che attesta di essere padre o madre di un’altra persona.

Rinuncia:atto con il quale il chiamato rifiuta il diritto di accettare l’eredità.

Riserva:quota dell’asse ereditario che la legge garantisce ad alcuni successibili.

Riservatari:soggetti ai quali la legge riserva, anche contro la volontà del de cuius, una quota di beni ereditari (quali coniuge, figli legittimi e naturali, ascendenti in linea retta).


s

Top

Scioglimento del matrimonio:cessazione degli effetti civili del vincolo matrimoniale (divorzio).

Separazione dei beni:regime patrimoniale scelto dai coniugi per il quale ciascuno di essi rimane titolare esclusivo dei beni personali acquistati sia prima che dopo il matrimonio.

Sigilli:contrassegni apposti dall’Autorità Giudiziaria che impediscono la manomissione o la violazione non autorizzata di una chiusura.

Spese funerarie:spese sostenute per la sepoltura del de cuius.

Stato libero:assenza di vincolo matrimoniale da parte di un soggetto.

Stima dei beni:valutazione dei beni mobili o immobili.

Stirpe:l’insieme dei discendenti diretti di una persona.

Successione legittima:successione in assenza di testamento.

Successione testamentaria:successione conseguente alla pubblicazione di un testamento.


t

Top

Tassa:somma di denaro dovuta da parte di un soggetto come corrispettivo di un servizio prestato da un ente pubblico.

Termine:evento futuro e certo al verificarsi del quale si producono determinati effetti giuridici.

Termine di prescrizione del diritto di accettare:il diritto di accettare l’eredità si prescrive nel termine di 10 anni a partire dalla data di apertura della successione.

Titolo di Stato:obbligazioni emesse dallo Stato che di fatto riceve un prestito da chi le sottoscrive, salvo, alla scadenza, restituire il capitale maggiorato di un interesse. Si distinguono in BOT (Buoni Ordinari del Tesoro), BTP (Buoni del tesoro Poliennali) e CCT (Certificati di Credito del Tesoro).

Testamento:atto revocabile con il quale un soggetto dispone del proprio patrimonio per il periodo in cui non ci sarà più.

Trasmissione del diritto di accettare l’eredità:quando il chiamato all’eredità muore senza avere accettato il suo diritto successorio e questo, viene trasmesso, a sua volta, ai suoi eredi insieme al suo patrimonio.

Tutore: colui che, su incarico dell’Autorità Giudiziaria, rappresenta ed assiste la persona inabilitata o interdetta in tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione.


u

Top

Usufrutto: diritto reale temporaneo che consente il godimento di un bene altrui senza però poterne trasferire la proprietà originaria e rispettando la destinazione economica.


v

Top

Vacante, eredità: eredità per la quale è stata accertata l’assenza di successibili o nel caso in cui gli eredi non abbiano accettato l’eredità medesima entro il termine di 10 anni. L’eredita sarà devoluto allo Stato.

Volontà del testatore: determinazioni di colui che lascia un testamento.

Voltura catastale: attività alla quale si ricorre ogni volta che si verifica un trasferimento di proprietà o di altri diritti reali su terreni e fabbricati (ad esempio compravendita o denunce di successione).